domenica 8 ottobre 2017

Olol

Ieri il funerale laico di Olol Jackson
http://www.nodalmolin.it/Ci-ha-lasciato-Olol-fratello-e
http://www.nodalmolin.it/Sabato-7-Ottobre-cerimonia-in

Sindacalista degli ultimi, compagno, leader, amico...


Militant A di Assalti Frontali era con noi a ricordarlo.


sabato 30 settembre 2017

L'inferno è qui

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; 
se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. 
Due modi ci sono per non soffrirne. 
Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. 
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

 Italo Calvino, Le città invisibili

sabato 2 settembre 2017

Guardiamo bene in faccia A War Machine

Al netto delle ottime e condivisibili critiche, vale la pena di visitare l'edizione numero 14 di documenta a Kassel per un'istallazione che proviene da Lima di Sergio Zevallos.

A War Machine è veramente contemporanea e allo stesso tempo fonda le sue radici nel passato, interferendo con il futuro.

Sono uomini e donne che cambiano i destini dell'umanità e della natura; non sono artisti, scienziati o benefattori ma delinquenti internazionali.

Sono quindi schedati, studiate le fisiognomiche e mostrati nella loro mostruosità

tra le opere più criticate, la "riduzione" delle loro teste come da tradizione delle culture amazzoniche
A War Machine

domenica 20 agosto 2017

merce che prende in giro

In viaggio, fermata in autogrill per un caffè.
Per l'uscita, il percorso obbliga tra gli scaffali di mercanzia varia.
Il mio sguardo vaga sulla grande quantità di oggetti inutili, ma si ferma stupito.

Avevo già visto escrementi di peluche e anche di questi spermatozoi giganti, ignoro la meta-funzione.  


martedì 11 luglio 2017

sistema disumanizzante


Non sono un cliente, né un consumatore, né un utente, non sono un lavativo, un parassita, né un mendicante, né un ladro, non sono un numero di previdenza sociale, né un puntino su uno schermo.
Ho pagato il dovuto, mai un centesimo di meno, orgoglioso di farlo.
Non chino mai la testa, ma guardo il prossimo negli occhi e lo aiuto quando posso.
Non accetto e non chiedo elemosina.
Mi chiamo Daniel Blake, sono un uomo e non un cane; come tale esigo i miei diritti, esigo di essere trattato con rispetto.
Io, Daniel Blake, sono un cittadino. Niente di più e niente di meno.

tratto da qui

Confesso che sui titoli di coda ho pianto per il realismo facile da riconoscere...

domenica 25 giugno 2017

Veneto una nuova “terra dei fuochi”

La contaminazione di sostanze perfluoroalchiliche (PFAS), interessa un’area di oltre 200 kmq, tocca quattro province: Vicenza, Verona, Padova e Rovigo, e coinvolge circa 800.000 abitanti.


tratto da: http://www.globalproject.info/it/produzioni/giu-le-mani-dalle-nostre-terre-e-dai-beni-comuni-a-sherwood-2017/20899

Comunicato stampa del Coordinamento Acqua libera dai pfas dopo il verbale del Noe sui documenti trovati alla Miteni l'8 marzo 2017 - Cologna Veneta , 20 giugno 2017

venerdì 16 giugno 2017

Sono arrivati i Carabinieri



e sull'inquinamento da PFAS, delle acque pubbliche provocato da Miteni, le autorità venete hanno finalmente ritrovato la parola, sentiamoli al TG3 del Veneto del 15 giugno 2017:

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-3b4231d3-0fcc-4efe-ad1f-5fbed17c7fab.html

da min 6.39
Gianpaolo Bottacin assessore regionale all'ambiente,
Davide Faccio sindaco di Trissino (VI)
da min 8.20
Luca Zaia presidente Regione Veneto si spinge a parlare di tolleranza zero, anzi doppio zero...
da non perdere!


"... Ora, Zaia prende posizione nei confronti dell’emergenza sanitaria in Veneto e addirittura avanza ipotesi di bonifica. Miracolo della campagna elettorale..."
da: https://www.vicenzareport.it/2017/06/pfas-duri-i-cinque-stelle-ora-tolleranza-zero/:


I cittadini del comitato No Pfas hanno fatto sapere che li avrebbero denunciati tutti se non avessero dato corso alla denuncia del NOE dei Carabinieri